Manovra. Fiducia dal Governo oggi al Senato

7 settembre 2011 07:490 commentiDi:

Supertassa del 3% sopra i 300mila euro, tetto modificato rispetto ai 500mila iniziali. Domani il via libera del Senato. Plauso da U.E e Confindustria. 

Il governo ha nuovamente modificato la sua manovra di austerità, ieri sera, annunciando che il Consiglio dei Ministri entro giovedì, approverà anche l’introduzione nella Costituzione della “regola d’oro” sull’equilibrio di bilancio per apportare fiducia ai mercati. Tuttavia per questo occorrerà attendere, visti i tempi lunghi previsti per modificare una legge della Costituzione. 

“La gravità del contesto internazionale di crisi finanziaria impone” il ricorso al voto di fiducia per una rapida conversione in legge del decreto sulla manovra, spiega il comunicato emesso al termine del Consiglio dei ministri. 


Mentre i mercati dubitavano sulla credibilità della manovra,  il Governo al termine del vertice di maggioranza ha apportato alcune modifiche al testo approvato in Commissione Bilancio, domenica scorsa, tra queste: 

  • aumento di un punto Iva, dal 20 al 21%, fino al pareggio di bilancio,
  • contributo del 3% su redditi di oltre 300mila euro, (34mila contribuenti interessati),
  • adeguamento pensioni delle donne settore privato già a partire dal 2014 e non dal 2016. 

Il nuovo piano di rigore di 45,5 miliardi di euro, annunciato il 12 agosto scorso, dopo l’adozione di una prima manovra di 48 miliardi in luglio, dovrà permettere al nostro paese di raggiungere l’equilibrio di bilancio nel 2013, e ridurre l’enorme debito entro il 2014 (120% del PIL). 

Ma fino a ieri, il tergiversare del governo sulle misure economiche da intraprendere per far fronte alla crisi, avevano sollevato forti dubbi sulla sua attendibilità.

Previsto per questa sera il voto finale al Senato. 

Ultimo aggiornamento 07 settembre  2011 ore 09,45

 

 






Tags:

Nessun commento

Lascia una risposta