Manovra tocca i ricchi una scure sulla sanità

2 dicembre 2011 19:260 commenti

Tassa su barche e beni di lusso, una patrimoniale “leggera” tra l’1,5 e il 2 per mille per i redditi di 1-1,5 milioni di euro e un aumento delle aliquote Irpef di 2 o 3 punti percentuali, sui redditi superiori a 55mila euro.

Sul fronte delle misure resterebbero confermati gli interventi sulla casa, prorogate le detrazioni del 55% per interventi di efficienza energetica.


Pare che l’eventuale aumento dell’Iva, non scatterebbe da subito, sul fronte delle spese, oltre al capitolo pensioni, si lavora sulla sanità e sulle Autonomie, alle quali verrebbe chiesto un nuovo contributo di circa 3-4 miliardi: due alle Regioni (tramite sanità e personale), uno ai Comuni e 500 milioni alle Province.

Possibile rintroduzione dell’Ici sulla prima casa, ma con un’aliquota più bassa rispetto a quella antecedente la sua abolizione.

Questo è in sintesi quanto sarebbe contenuto nella manovra che approderà lunedì sul tavolo del Consiglio dei ministri.

Ultimo aggiornamento 02 dicembre 2011 ore 20,26






Tags:

Nessun commento

Lascia una risposta