Modello F24 – Pagamento solo online per importi oltre i mille euro dal 1 ottobre 2014

16 settembre 2014 11:280 commentiDi:

agenzia

A partire dal 1 ottobre 2014 entreranno in vigore in Italia nuove regole per effettuare i pagamenti richiesti dal fisco. Al centro della questione in particolare ci saranno le modalità di pagamento del Modello F24, un modello utilizzato in genere per il pagamento di tasse e imposte di diverso genere. A partire dal 1 ottobre 2014, dunque, non sarà più possibile in alcuni casi pagare con il Modello F24 cartaceo, ma i contribuenti dovranno procedere obbligatoriamente con il pagamento online.

Piccola guida al Modello F24 – Quali tasse serve a pagare, chi e come lo può utilizzare

Vediamo quindi quali saranno i casi in cui si sarà obbligati al pagamento online del Modello F24. Si dovrà procedere al pagamento telematico o elettronico del Modello 24 nei seguenti casi:


  • quando l’importo riportato sul modello supera i 1000 euro
  • quando per il pagamento del Modello F24 i contribuenti utilizzano la procedura della compensazione, ovvero per pagare i tributi utilizzano in tutto o in parte dei crediti vantati con il fisco.

In questi due casi, di conseguenza, non sarà più possibile ai contribuenti recarsi di persona presso gli sportelli delle banche e degli uffici postali per pagare gli importi con le modalità precedentemente ammesse, ovvero richiedendo un addebito sul proprio conto corrente o pagando con carte di credito e bancomat, o ancora rivolgendosi ad un CAF o ad un professionista abilitato.

Modello F24 Crediti PP.AA. da scaricare e istruzioni per la compilazione

Vediamo quindi quali saranno le nuove modalità per pagare online il Modello F24 nei casi indicati. I contribuenti potranno effettuare il pagamento elettronico o telematico del Modello F24 nei seguenti modi:

  • collegandosi ai servizi di home banking della propria banca o di Poste Italiane nel caso si sia clienti Bancoposta
  • collegandosi al sito internet dell’Agenzia delle Entrate, registrandosi e utilizzando i servizi telematici a disposizione.





Tags:

Lascia una risposta