Moody’s declassa rating italiano di tre punti

5 ottobre 2011 07:110 commentiDi:

L’agenzia americana di valutazione finanziaria, Moody’s ha annunciato, ieri sera, il declassamento del rating italiano, da AA2 ad A2.

Moody’s ha retrocesso l’Italia con un lacerante taglio di tre gradini. Con la minaccia di ulteriori declassamenti.  Un giudizio severo dettato dai potenziali rischi del debito a lungo termine e dall’atonia della crescita italiana. 

Una decisione che non ha sorpreso il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, poiché questa notizia, in realtà, “era attesa„. 

Infatti, l’agenzia aveva annunciato lo scorso 16 settembre che avrebbe prolungato il periodo di analisi della nota sovrana dell’Italia, per avere il tempo di esaminare i piani di bilancio adottati a metà settembre. 


Recentemente, il 19 settembre, anche Standard and Poor’s aveva retrocesso il rating italiano da A+ ad A, sempre a causa delle prospettive di crescita giudicate troppo deboli. 

Tuttavia, il ministro dell’Economia, Giulio Tremonti assicura: “L’agenzia di rating ha deciso di declassare l’Italia, ma anche senza crescita i nostri conti sono a posto. Sarebbe meglio crescere, certo, ma il pareggio è una sicurezza”. 

Articolo correlato: Tremonti il bilancio italiano è sicuro, dimissioni non se ne parla – Standard & Poor’s declassa l’Italia decisione scorretta per Berlusconi

Ultimo aggiornamento 05 ottobre 2011 ore 09,10






Tags:

Lascia una risposta