Mutui americani: gli USA chiedono i danni

3 settembre 2011 15:350 commentiDi:

Edward J. De Marco, responsabile di quello che viene definito il watchdog americano, ovvero l’osservatorio di Fannie Mae e Freddie Mac, dice che il suo obiettivo è quello di proteggere i contribuenti americani sulla questione che è ormai definita come il problema dei mutui americani.

L’agenzia di finanza federale DeMarco ha oggi intentato una causa contro le principali banche americane, Bank of America Corp., Citigroup Inc., JPMorgan Chase & Co., con il solo scopo di recuperare diversi miliardi di dollari da quella che ormai è difinita come una vera e propria truffa ai danni dei contribuenti americani che hanno sottoscritto dei mutui ipotecari senza offrire troppe garanzie. La causa è diretta anche contro altri 14 finanziatori che hanno venduto obbligazioni garantite da mutui residenziali imperfetto, ovvero i subprime.


L’obiettivo è ora quello di non perdere ulteriore denaro causato dall’eccessiva svalutazione dei titoli bancari americani quotati alla borsa di New York. Le denunce presentate contro le banche sono state anticipate già durante lo scorso anno, quando DeMarco ha emanato 64 mandati di comparizione in cerca di documenti legati ai prestiti o finanziamenti e ai relativi documenti legati alle obbligazioni ipotecarie.

DeMarco ha presentato la prima causa contro UBS AG (UBSN), durante il mese di luglio, sostenendo che la banca svizzera non ha agito con trasparenza durante l’intero processo di finanziamento.






Tags:

Lascia una risposta