Nella Legge di Stabilità 2015 torna il bonus ristrutturazioni

5 ottobre 2014 11:340 commentiDi:

edilizia1-500x356

Sono già iniziate a livello governativo le proposte e le discussioni in merito alla Legge di Stabilità 2015, la legge finanziaria che spiegherà e descriverà come saranno impiegate le risorse nel corso del prossimo anno. E arriva una buona notizia per tutti coloro che in questi anni hanno approfittato del cosiddetto bonus ristrutturazioni o bonus energia, che ha defiscalizzato i lavori edili di riqualificazione finalizzati ad un risparmio energetico. 

Bonus ristrutturazioni 2014 anche con pagamenti a rate e conti cointestati

La buona notizia consiste infatti nel fatto che il bonus ristrutturazioni sarà presente anche nella Legge di Stabilità 2015 e sarà quindi erogato per tutto il corso del prossimo anno. I contribuenti che effettueranno lavori di ristrutturazione sugli edifici potranno quindi continuare ad approfittare degli sgravi Irpef. L’unica differenza in materia sarà però costituita dall’aliquota fiscale, che scenderà dall’attuale 65 per cento al futuro 50 cento.

Come richiedere il Bonus ristrutturazioni nella dichiarazione dei redditi 2014

Questo abbassamento dell’aliquota era però già in parte stato previsto anche all’interno della Legge di Stabilità 2014, nel caso in cui l’agevolazione fosse stata rinnovata a livello nazionale. Per il prossimo anno quindi il bonus dedicato alle ristrutturazione e alle riqualificazioni energetiche degli edifici potrà fungere da stimolo per la ripresa, come già successo nel corso del 2014, insieme alle risorse messe in campo dal decreto Sblocca Italia, che hanno liberato per il settore dell’edilizia circa 4 miliardi di euro.

Il bonus ristrutturazioni  nel corso del 2014 è stato di grande impulso all’economia italiana, e con l’aggiunta del settore dei mobili, è stato di grande aiuto persino alle imprese. Si stima che sia servito a produrre circa 29 o 30 miliardi di prodotto in più, un decisivo passo avanti sulla colonnina del PIL.

Tags:

Lascia una risposta