Nessun contributo di solidarietà sulle pensioni d’oro e d’argento

22 agosto 2014 14:470 commentiDi:

pensioni_complementari

Uno dei temi caldi emersi nel bel mezzo del mese d’agosto è stato quello della possibilità di effettuare un prelievo sulle pensioni di una certa entità, al fine di finanziare le operazioni di spending review previste per il prossimo anno. Nei giorni passati si era infatti fatta largo l’idea, e non solo sulla stampa, che sarebbe stato necessario un piccolo contributo di solidarietà per il recupero di risorse utili a finanziare alcuni ammortizzatori sociali. 

Pubblica Amministrazione – Il governo ritorna su Quota 96 e pensioni d’ufficio

Le voci circolate nei giorni scorsi parlavano infatti di un prelievo volto a recuperare circa un miliardo di euro o più da alcuni assegni pensionistici di importo superiore ai 3500 euro. La ragione di questo prelievo e di questo contributo era vista nella differenza tutt’ora esistente tra gli assegni pensionistici erogati a coloro che sono andati in pensione con il vecchio sistema retributivo, e gli assegni pensionistici di coloro che andranno in pensione con il nuovo sistema contributivo.


Niente bonus da 80 euro per pensionati e Partite IVA

A parità di condizioni lavorative, infatti, il sistema retributivo applicato fino al 1996 appare essere molto più vantaggioso sotto alcuni aspetti. Ma i pensionati d’Italia, anche coloro che hanno la fortuna di ricevere un assegno pensionistico superiore alla media cioè maggiore di 3500 euro, a quanto pare non avranno nulla da temere dal prossimo anno e dalla futura spending review, dalla quale saranno recuperati circa 15 – 16 miliardi di euro.

Proprio in queste ultime ore il sottosegretario Delrio, braccio destro di Renzi, ha chiarito che il governo non ha nessuna intenzione di ritoccare gli importi delle pensioni degli italiani, neanche per recuperare un contributo di solidarietà volto a finanziare ammortizzatori importanti come quelli degli assegni per gli esodati e per la cassa integrazione in deroga.






Tags:

Lascia una risposta