Bollo auto primi 3 anni verso abolizione. Facciamo chiarezza

8 ottobre 2014 11:010 commenti

Stop al bollo auto per le auto nuove per i primi 3 anni. Dopodiché l’imposta cresce in base all’aumento delle emissioni inquinanti. Il primo passo verso l’abolizione di una delle tasse più odiate dagli italiani che crea un buon nell’erario di 850 milioni di euro. La commissione Finanze della Camera ha dato il primo sì.

La proposta dell’abolizione del bollo per le auto nuove e per quelle ecologiche è arrivato alla commissione Finanze della Camera che ha dato la prima approvazione ad una legge che corona il sogno di molti italiani, quello di abolire il bollo auto.

bollo-auto-aumento
> Come si calcola e dove si paga il bollo auto


Nel documento arrivato in commissione Finanze la proposta è quella di non far pagare la tassa sul possesso del veicolo a chi acquista un’auto nuova oppure un veicolo ecologico. Nel primo caso il bollo non si paga per i 3 anni successivi all’acquisto, nel secondo caso la sospensione dell’imposta è di 5 anni. Trascorso questo tempo s’inizia a pagare il bollo secondo la logica “più inquini, più paghi”. In più, per i veicoli ecologici, si porta il livello di deducibilità per le auto aziendali fino al 40%.

> L’addizionale erariale sul bollo per veicoli particolari

Secondo Daniele Capezzone questa proposta è il primo passo verso il superamento di un’imposta che molti italiani già non pagano. Una statistica elaborata da Quattroruote in collaborazione con l’Aci rivela che il gettito stimato legato al bollo dovrebbe essere di 6,45 miliardi di euro ma si ferma a 5,6 miliardi per via dell’evasione. Il provvedimento promosso dalla commissione Finanze, se fosse in vigore già adesso, interesserebbe 110.436 euro immatricolate fino a settembre 2014.

Adesso il presidente della Commissione si augura che sia calendarizzata in Aula la discussione prima che si riunisca di nuovo la sessione Bilancio.






Tags:

Lascia una risposta