Niente bonus da 80 euro per pensionati e Partite IVA

3 agosto 2014 14:410 commentiDi:

euro

I conteggi in merito al bonus IRPEF da 80 euro erano stati in origine, cioè al tempo della sua prima erogazione, nel mese di maggio 2014, rimandati all’autunno, ma il procedere della situazione e la stretta sui conti, in particolare quelli della spending review, hanno portato il governo a parlare del destino della riduzione del cuneo fiscale prima del previsto. 

Il Bonus IRPEF diventerà permanente con la Legge di Stabilità

In occasione della presentazione del decreto legge Sblocca Italia, infatti, il Presidente del Consiglio Matteo Renzi in conferenza stampa è tornato sul tema e ha in primo luogo rassicurato sul fatto che l’erogazione degli 80 euro in busta paga verrà mantenuta anche nei mesi futuri e nella prossima legge di Stabilità per tutti i lavoratori che in questi mesi ne hanno già beneficiato. Si tratta, per lo più, come è noto, di lavoratori dipendenti del settore pubblico e del settore privato.


E’ arrivato il Bonus Irpef da 80 euro – Cosa fare se si supera il massimale

Sempre nel corso della stessa conferenza stampa, poi, il Presidente del Consiglio è intervenuto anche sulla questione dell’estensione del Bonus da 80 euro a persone come i titolari di Partita IVA, cioè i liberi professionisti e i lavoratori autonomi e i pensionati, verso i quali c’era stata in precedenza una prima apertura. Matteo Renzi, però, ha detto che il governo non è in grado di garantire al momento una estensione della platea in merito a tale agevolazione per la riduzione del cuneo fiscale.

Con l’arrivo dell’autunno, quindi, non ci sarà nessuna stangata in arrivo, ma neanche nessuna novità per coloro che sono in pensione e coloro che svolgono attività di lavoro da autonomi. L’Italia tuttavia intraprenderà un periodo di cambiamenti strutturali e se possibile di ripresa economica.






Tags:

Lascia una risposta