Nuove agevolazioni 2014 sull’acquisto della prima casa

3 marzo 2014 16:380 commentiDi:

acquisto_casa

Dall’inizio del 2014 è diventato sicuramente un po’ più conveniente acquistare una prima casa, perché a partire dal 1 gennaio sono state introdotte nuove aliquote agevolate e nuovi importi per le tasse che gravano su di essa in caso di trasferimento immobiliare. Quando si acquista una prima casa, infatti, si è soggetti al pagamento dell’imposta di registro e dell’imposta catastale, costi che devono essere presi in considerazione quando si effettua un rogito per evitare brutte sorprese. 

Riforma del catasto

Ma a partire dal nuovo anno l‘imposta di registro è stata ridotta, in via agevolata, da 3 al 2 per cento e anche altre due piccole imposte – l’imposta notarile e l’imposta catastale –  che si pagano al momento del rogito sono state ridotte di importo, che oggi si aggira intorno ai 50 euro.


Tutte le novità in merito alla nuova tassazione della prima casa in caso di acquisto sono state recentemente precisate all’interno della Circolare 2 / 2014 emanata dall’Agenzia delle Entrate, all’interno della quale sono state anche comprese alcune precisazioni rispetto agli anni passati e non solo in relazione ad aliquote ed importi.

La circolare cambia infatti gli ambiti a cui si applica l’agevolazione, che in passato valeva in maniera praticamente indifferenziata per tutte le prime case che non fossero considerabili di lusso, cioè con una grandezza inferiore ai 240 m quadrati, prive di finiture di pregio.

Ora, invece, le nuove regole prenderanno in considerazione anche la categoria catastale di appartenenza dell’immobile, almeno per tutte le transazioni immobiliari non soggette ad IVA, ovvero quando si acquista da un privato. Se invece, in alternativa, si acquista da un venditore o una ditta, allora potranno essere prese in considerazione le indicazioni degli anni passati che abbiamo appena citato.






Tags:

Lascia una risposta