Nuove norme Agenzie Rating

16 gennaio 2013 23:090 commenti

Ecco quali sono i cambiamenti alle norme di comportamento che le Società di Rating dovranno attuare al fine di esprimere il loro giudizio di merito creditizio nei confronti di altre aziende e/o Stati.

DEBITO PUBBLICO

I rating non effettuati su commissione inerenti al debito di un Paese potranno essere resi noti al massimo due o tre volte l’anno, in date decisa in precedenza. Inoltre tali rating potranno essere pubblicati solo in seguito alla chiusura dei mercati europei.

A fine anno le Società di rating renderanno noto il piano per l’anno successivo, comunicando la data di pubblicazione di massimo tre valutazioni non richieste. Solo in casi eccezionali potranno pubblicare un numero superiore di rating.

RESPONSABILITÀ

Per gli investitori che fondano le loro attività sui rating sarà possibile citare in giudizio un’agenzia nel caso in cui la variazione di giudizio effettuata sia in disaccordo con le nuove norme previste dalla legislazione approvata dal Parlamento Europeo.

GIUDIZI INTERNI E PIATTAFORME UE

Il Parlamento, in sostanza, vuole liberarsi in poco tempo dalle Società di rating. Stando a quanto affermato dai regolatori, gli istituti di credito e quelli di investimento devono essere capaci di sviluppare internamente le capacità di giudicare il rischio creditizio, senza chiedere un rapporto alle Agenzie.

CONCORRENZA

Occorre cambiare molto spesso la Società di rating di riferimento, in modo tale da aumentare la concorrenza e diminuire di gran lunga i rischi.

Tags:

Lascia una risposta