Nuovo record prezzo benzina 2012

22 febbraio 2012 10:230 commenti

L’Istat ha comunicato questa mattina i dati definitivi sull’indice nazionale dei prezzi al consumo per l’intera collettività (NIC) – comprensivo dei tabacchi – per il mese di gennaio 2012, che sono risultati più o meno in linea con le rilevazioni preliminari. Su base mensile c’è stato un incremento dell’inflazione pari allo 0,3%, mentre rispetto ad un anno prima l’aumento si è attestato al 3,2% (a dicembre era ancora più alta a +3,3% su base annua). L’inflazione acquisita per l’anno in corso è pari all’1,6%.


Rallenta la crescita del tasso di inflazione che – calcolato al netto di prodotti alimentari ed energetici (inflazione “core”) – è sceso dal 2,3% dal 2,4% di dicembre 2011. Tuttavia, per gli italiani fare la spesa costa sempre di più. Secondo l’Istat il cosiddetto “carrello della spesa”, cioè i beni acquistati con maggiore frequenza (come cibo e benzina) è salito del 4,2% su base annua, nettamente al di sopra del tasso di inflazione (3,2%). L’Istat ha evidenziato un aumento su base mensile dello 0,8%, ai massimi da 12 mesi. In discesa i costi per i servizi finanziari, a seguito delle nuove disposizioni della manovra Monti.

A preoccupare di più le tasche dei consumatori italiani è come al solito l’aumento dei prezzi dei carburanti. Anche a gennaio i dati sono preoccupanti. Il costo della benzina è aumentato su base annua di uno sbalorditivo 17,4% dal 15,8% di dicembre 2011. Su base mensile l’incremento è stato pari al 4,9%. Boom anche per i prezzi del gasolio per i mezzi di trasporto, aumentati del 25,2% su base tendenziale rispetto al 24,3% di dicembre. Si tratta dell’aumento più alto da luglio 2008.






Tags:

Lascia una risposta