Paesi emergenti in forte crescita

9 giugno 2013 12:110 commentiDi:

foto-ECONOMIA MONDO EUROPAI nomi sono ormai abbastanza conosciuti: si tratta, in primo luogo, della Cina e dell’ India, le cui economie fanno registrare, da alcuni anni a questa parte, a livello di PIL, numeri a due cifre ben superiori a quelli delle nazioni del Vecchio Continente o dell’ America.

Riparte la ripresa in Giappone

Un rapporto recentemente stilato dal Fondo Monetario Internazionale  (FIM) e successivamente pubblicato sul quotidiano Financial Time, ha infatti messo in luce come il Prodotto Interno Lordo delle nuove potenze economiche asiatiche sia destinato a crescere ancora di più nei prossimi anni, arrivando a raggiungere, verso il 2017 il 74% del PIL mondiale.


L’UE tassa i pannelli solari cinesi

Già per il 2013, del resto, le previsioni del FIM sono molto positive, poiché nel rapporto si sottolinea come già nel corso di quest’ anno la maggior parte dei beni e dei servizi facenti capo alla domanda mondiale saranno prodotti dalle economie dei Paesi emergenti.

Che dunque, a breve, bisognerà forse chiamare con un’ altra etichetta, poiché le loro economie avranno già di gran lunga superato la crescita delle potenze americane o europee.

L’ indice produttivo del mondo, di conseguenza, si va sempre più spostando verso oriente, verso i territori asiatici, che entro il 2017 lasceranno ai mercati dei Paesi industrializzati solo un misero 26% del PIL mondiale.






Tags:

Lascia una risposta