Home / economia / Penati del Fondo Atlante: dopo dichiarazioni, ora si guarda alla Veneto Banca

Penati del Fondo Atlante: dopo dichiarazioni, ora si guarda alla Veneto Banca

Al Festival dell’Economia in corso a Trento, Penati, numero uno di Quaestio Sgr, il fondo che controlla il veicolo Atlante, si è smarcato dalle tante indiscrezioni che stanno circolando in questi giorni in merito al reale obiettivo del Fondo Atlante stesso. Penati, infatti, non ci sta a far passare il suo Fondo come uno strumento dello Stato per salvare banche che altrimenti minerebbero la tenuta dello stesso sistema e rilancia sulle scelte strategiche a cui il Fondo stesso è chiamato.

Un approccio quello del manager che è evidente soprattutto in relazione al caso di Veneto Banca. Atlante, infatti, lungi dall’intervenire in modo indiscriminato attende di avere informazioni su quello che sarà il ruolo dell’oramai famosa cordata veneta. Dalle parole di Penati, quindi, emerge quella che è la vera natura del Fondo Atlante: un veicolo, promosso si dallo Stato, ma con spirito e obiettivi di tipo privatistico e imprenditoriale. E’ chiaro, ha messo in evidenza nel suo intervento il manager, che all’estero il Fondo Atlante venga guardato con molta apprensione e che le comunità finanziare degli altri paesi si chiedano dove esso voglia arrivare e che generi di poteri potrà avere. In realtà, ha chiarito Penati, il Fondo Atlante sarà importantissimo per la tenuta del sistema bancario italiano come ha già mostrato il caso della Popolare di Vicenza, come sta mostrando il caso Veneto Banca e come sarà mostrato nel futuro quando il fondo stesso metterà mano alla questione di crediti problematici di cui sono imbottite le pance delle banche.

Quello che il presidente di Quaestio Sgr chiede, quindi, è semplicemente fiducia perché la storia del Fondo Atlante è tutta ancora da scrivere e ci sarà ancora tanto da fare a partire dalla banca di Montebelluna. In quest’ottica è pensabile anche l’emissione di bond anche se su questo punto si potranno avere informazioni più precise solo dopo l’estate.

Loading...