Pensione anticipata opzione donna: Inps si muove, ultime notizie sull’esame delle pratiche

Buone notizie per tutte quella lavoratrici che hanno fatto domanda di pensione anticipata all’Inps attraverso il ricorso ad Opzione Donna. E’ stata la stessa Previdenza Sociale, infatti, a rendere noto che è ripreso l’esame finalizzato alla verifica di accertamento della sussistenza dei requisiti previsti dalla legge, di tutte le richiesta di accesso ad Opzione Donna che sono giunti all’ente. A finire sotto ai raggi X dei tecnici dell’Inps sono le richieste formulate da quelle lavoratrici che nel 2015 hanno  maturato i 57 anni e 3 mesi di età e 35 anni di contributi nonchè le richieste inoltrate dalle lavoratrici autonome (partite Iva) che hanno raggiunto i 58 anni di età e 3 mesi.

La comunicazione contenente il riavvio dell’esame delle pratica è contenuta nel messaggio Inps 283 del 2016. L’esame delle pratiche era stato sospeso momentaneamente alla fine del 2014, escludendo così tante lavoratrici siano esse dipendenti o siano esse autonome, dalla possibilità di accedere a questa finestra. La Legge di Stabilità 2015, approvata lo scorso mese di dicembre, ha sbloccato questo impasse. Nella Legge, infatti, è stato introdotto un articolo che prevede la proroga del regime sperimentale anche per il 2015, consentendo quindi di procedere con l’esame e la delibera su tutte quelle pratiche che erano rimaste sospese in una sorta di limbo.

Nel messaggio Inps 283 del 2016 si può leggere che la Previdenza Sociale ha ufficialmente richiesto a tutte le “Sedi di procedere alla lavorazione delle domande di pensione di anzianità in c.d. regime sperimentale donna presentate dalle lavoratrici che hanno perfezionato i prescritti requisiti anagrafici e contributivi entro il 31 dicembre 2015 e la cui decorrenza della pensione si colloca successivamente alla predetta data“. L’avvio della lavorazione significa che in tempi ragionevoli le lavoratrici che hanno presentato le domande riceveranno risposta di accoglimento dell’istanza, oppure, di respingimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.