Home / economia / Pensioni lavoratori precoci: ora spunta quota 40, ultime notizie sulle nuove proposte

Pensioni lavoratori precoci: ora spunta quota 40, ultime notizie sulle nuove proposte

Una nuova proposta è stata lanciata per cercare di risolvere la questione dei lavoratori precoci. Se fino ad oggi, infatti, tutti i sostenitori dei diritti dei precoci si erano riuniti stretti attorno alla quota 41 senza penalizzazioni formulata dal presidente della Commissione Lavoro della Camera, Cesare Damiano, negli ultimi giorni sui gruppi Facebook di discussione tra i precoci, si sta molto dibattendo su quella che è la nuova offerta del mondo politico: la quota 40 senza penalizzazioni.

A lanciare questa proposta che, di fatto, spezza l’unità dei lavoratori precoci stessi, è stato il deputato del Movimento 5 Stelle Davide Tripiedi. In pratica la quota 40 non si discosta molto dalla quota 41 ad eccezione, chiaramente del periodo contributivo minimo che è richiesto per poter accedere alla pensione anticipata senza incorrere in penalizzazioni.

Il dibattito sulla quota 40, al di là della caratteristiche della proposta, è sintomatico della crescente insofferenza che si sta creando tra i lavoratori precoci stessi. Se è vero che la quota 41 è certamente una proposta che rispetta i diritti dei precoci, è altrettanto vero che da oltre 2 anni, nonostante un continuo tira e molla fatto di dichiarazioni di ogni tipo, non si sia mai arrivati ai fatti. Questa sfiducia, inevitabilmente, sta travolgendo lo stesso Cesare Damiano che viene accusato, sempre più spesso, di recitare solo il ruolo del buono ma senza che ci siano iniziative concrete.

Insomma i nervi tra i lavoratori precoci sono sempre più tesi e, nel pieno di questa forte insofferenza, è arrivata la quota 40 del Movimento 5 Stelle. Non tutti i precoci, però, guardano con favore a questa nuova proposta nonostante essa sia certamente più sbilanciata a favore dei lavoratori stessi. I dubbi che a tanti precoci sono sorti sono abbastanza intuibili: se il governo fa orecchie da mercante con la quota 41 nel nome della tenuta dei conti pubblici, cosa si spera di avere con la quota 40? E ancora, il rilancio di proposte che sono solo proposte e non leggi non può essere controproducente? Le domande restano aperte e sarebbe interessante anche il parere dei precoci stessi a questi interrogativi.