Pensioni lavoratori precoci: quota 100 non soddisfa, quota 41 preferita, ultime notizie sulle soluzioni

Nessun fronte trasversale sembrerebbe andarsi a costruire sulla questione dei lavoratori precoci. Dopo che nei giorni scorsi la Lega Nord aveva annunciato la presentazione di un emendamento tutto poggiato sulla quota 100, ieri è arrivata la bocciatura da parte del braccio destro di Cesare Damiano, l’onorevole Rizzetto. Secondo il vicepresidente della Commissione Lavoro, infatti, la quota 100 per i lavoratori precoci è una sorta di strada di ripiego mentre la quota 41, nella sua versione originaria, resta la soluzione migliore nell’interesse di chi ha iniziato a lavorare da quando aveva 15 anni.

Alla luce di questo discorso, quindi, appare banale evidenziare che una grande convergenza sulla quota 100 sia impossibile da realizzare e che, alla stesso tempo, pensare che si possa arrivare all’approvazione di quota 41 sia decisamente utopistico.

Ma perchè quota 100 non soddisfa gli alfieri di quota 41 e, per inciso, anche i diretti interessati ossia i lavoratori precoci? A fare due conti è stato lo stesso Rizzetto che ha affermato che quota 100 va intesa unicamente come sommatoria indipendentemente dalla presenza, o meno, di un requisito di età anagrafica. A conti fatti questo significa che le combinazioni possibili per andare in pensione con la quota 100 sono davvero tante e variegate. C’è però un problema i più precoci tra i precoci (ossia uomini e donne che hanno iniziato a lavorare a 15 anni e che hanno 41 anni di contributi, dovrebbero attendere altri anni per arrivare al fatidico numero 100. Si verrebbe quindi a creare una situazione che è quasi peggiorativa rispetto a quello che prevede la Legge Fornero e a farne le spese sono, paradossalmente, quei lavoratori precoci che si sono sacrificati anche più dei loro simili.

Osservando l’esempio che abbiamo fatto è impossibile non dare atto della bontà della quota 41, senza limiti di età. Si tratta, in effetti, dell’unica proposta che è in grado di riconoscere a ciascuno il suo senza creare situazioni quasi surreali come nel caso della quota 100.

 

Loading...

Comments

  1. Intelligentoni ….basta approvare tutte due….quota 100 senza limiti di età e 41 senza limiti di età

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *