Pensioni lavoratori precoci: quota 41 sbarca in tv, ultime notizie sulle strategie di lotta

La quota 41 di Cesare Damiano sarà ospite al Programma Dimartedì in onda la prossima settimana. A rappresentare quello che è diventato il cavallo di battaglia dei lavoratori precoci sarà uno dei punti di riferimento di questo agguerrito gruppo di lavoratori che, partendo dal basso, è riuscito a far emergere la propria condizione in tutta Italia. Stiamo parlando del signor Roberto Occhiodoro che da tempo è in prima linea della lotta per le rivendicazioni dei precoci. Se Occhiodoro è stato invitato nel salotto di Dimartedì, allora è evidente che finalmente, dopo settimane e mesi di oscurantismo, anche i media si sono accorti della situazione di questi lavoratori che richiedono solo di andare in pensione anticipatamente e senza venire sommersi da penalizzazioni improponibili.

I lavoratori precoci sono diventati un pò l’emblema di tutta Italia. Il loro caso, in effetti, appare paradossale perchè da un lato l’esecutivo non agisce e favore di quei suoi cittadini che lavorano duramente da quando avevano 15/16 anni, e dall’altro permette che privilegi di ogni tipo restino inalterati senza essere minimamente intaccati. In Italia si hanno, quindi, soggetti deboli costretti e lavorare nonostante siano sul mondo del lavoro da oltre 40 e soggetti che, in virtù di leggi dell’epoca di Pantalone, sono in pensione con appena 20 anni (se non meno) di contributi.

La possibilità che il programma Dimartedì sta dando ai lavoratori precoci non è assolutamente da prendere sotto gamba. Essa, infatti, si inserisce in un filone ben preciso. Da circa un mese, infatti, tutte le maggiori sigle sindacali sono scene ufficialmente in campo per i lavoratori precoci e appena una settimana fa (lo scorso 21 novembre) era stato il numero uno della Fiom, Landini, dal palco di una importante manifestazione sindacale che si è tenuta a Roma a sollevare la questione dei precoci.

I dati politici salienti quindi sono due: i precoci non sono più soli e la quota 41 pensata da Cesare Damiano è la proposta con la quale questa categoria si presenterà al governo quando, nel 2016, si parlerà di flessibilità.

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *