Pensioni opzione donna: attesa per decisione Comm. Bilancio, ultime notizie sul possibile allargamento

Per Opzione Donna è arrivato il momento della verità. La Legge di Stabilità, infatti, sta per arrivare in discussione alla Camera dei Deputati e adesso tutti gli occhi sono puntati su quelle che saranno le decisioni del Parlamento dinanzi al testo relativo a Opzione Donna che è stato emendato dalla Commissione Lavoro della stessa Camera su impulso del suo presidente Cesare Damiano. I cambiamenti che sono stati apportati in sede di Commissione dovrebbero essere confermati dall’esito del voto in aula e quindi, concretamente, anche le lavoratrici con i requisiti che hanno compiuto gli anni negli ultimi 3 mesi dell’anno in corso dovrebbero rientrare nella casistica prevista dalla legge.

Il condizionale resta d’obbligo anche se è stato lo stesso presidente della Commissione Lavoro della Camera a lasciar trasparire un moderato ottimismo in merito. Damiano, infatti, ci ha tenuto ad evidenziare che in merito alle modifiche sull’Opzione Donna, la Commissione Lavoro ha potuto beneficiare di un largo consenso su molti punti all’ordine del giorno. C’è stata quindi una convergenza che, in prospettiva, potrebbe essere anche riproposta.

Prima del voto da parte della Camera, però, l’allargamento di Opzione Donna dovrà passare un’ultima prova. Il testo emendato, infatti, dovrà incassare il via libera da parte della Commissione Bilancio che, a conti fatti, sarà quella che dovrà esprimersi sulla sostenibilità finanziaria (o sulla insostenibilità finanziaria) dell’emendamento approvato dalla Commissione Lavoro. Sempre la Commissione Bilancio sarà chiamata ad esprimersi sulla proposta di monitoraggio delle lavoratrici che utilizzeranno effettivamente Opzione Donna, sulla possibilità di cumulo del riscatto della laurea con il congedo facoltativo di maternità; sulla alla proroga della Discoll fino a tutto il 2016 e sul computo dei periodi di maternità ai fini della dei premi aziendali di produttività“. Sono questi, infatti, gli altri importanti emendamenti in materia sui quali la Commissione Lavoro ha espresso il suo voto favorevole.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.