Pensioni precoci news oggi 15 luglio: quota 41, la lettera di Nannicini fa discutere i lavoratori

Sul fronte delle pensioni precoci qualcosa sembra muoversi. L’incontro tra il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Tommaso Nannicini ed una delegazione di lavoratori dei Comitati quota 41 ha segnato un passaggio importante nella strada verso la definizione di un piano pensionistico per chi ha iniziato a lavorare da giovanissimo.

Secondo le news di oggi 15 luglio, ha fatto molto discutere la lettera che Nannicini ha inviato a tutti i precoci. Infatti il Sottosegretario ha scritto ad ogni singolo lavoratore alcuni giorni dopo l’incontro con la delegazione dei precoci. Non sono mancate le critiche. Infatti molti lavoratori scoprendo di aver ricevuto la stessa identica lettera si sono sentiti derisi ed hanno giudicato l’azione come un comportamento tipico di un Governo che ha poche argomentazioni da fornire. Secondo altri invece l’atteggiamento di Nannicini è stato educato e rimandano ulteriori giudizi al momento in cui il Governo esporrà le proprie soluzioni. Alla discussione ha preso parte anche uno degli amministratori del gruppo Facebook “Lavoratori precoci uniti a tutela dei propri diritti” che è intervenuto puntualizzando che la risposta del Sottosegretario non poteva non essere la stessa per tutti e che Nannicini ha cercato di sintetizzare i punti affrontati durante l’incontro un po’ come la stessa delegazione di precoci aveva fatto alcuni giorni prima postando il proprio resoconto su Facebook. Nella lettera infatti Nannicini ha fatto il proprio resoconto dell’incontro puntualizzando però che il Governo non possiede la bacchetta magica e che alcune richieste non potranno essere realizzate. Ma la quota 41 è già negli uffici della Ragioneria Generale dello Stato che si occuperà della valutazione dei costi dell’eventuale operazione. Per Moreno Barbuti, uno degli amministratori del gruppo Facebook dei precoci, occorre insistere con le richieste e di essere compatti e determinati nelle varie iniziative che saranno portate avanti. Inoltre Barbuti invita i lavoratori a partecipare ai tanti comitati quota 41 o ad aprirli nelle città dove ancora non ci sono.

 

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *