Home / economia / Pensioni precoci news oggi 24 maggio: un’ultima beffa prima del summit, le ultime

Pensioni precoci news oggi 24 maggio: un’ultima beffa prima del summit, le ultime

I lavoratori precoci non sembrano conoscere pace. Quando sembrava tutto pronto per l’incontro di oggi 24 maggio tra governo e sindacati sulle strade da seguire per una riforma delle pensioni, ecco che una nuova doccia fredda è arrivata su questi lavoratori che da un paio di anni a questa parte stanno subendo una accanimento che sembra quasi essere programmato. Secondo le news di oggi 24 maggio, i precoci sarebbero completamente esclusi dall’applicazione della nuova legge sul part time pensionistico fortemente voluta da Poletti. L’esclusione, di per se, non è un dramma perchè comunque i lavoratori precoci a questi tappabuchi a cui il governo sta da tempo abituando hanno sempre preferito la proposta di legge di quota 41 senza penalizzazioni, ma è sintomatica dello scarso interesse che l’esecutivo sembra nutrire per questa categoria.

Non è infatti la prima volta che i lavoratori precoci restano taglia fuori da un provvedimento dell’esecutivo in materia di pensioni. Gli stessi precoci, infatti, non potranno mai dimenticare l‘esclusione anche dall’APE annunciata da Renzi. Anche in quella circostanza, però, il provvedimento dell’esecutivo certamente non avrebbe tutelato i diritti dei lavoratori e quindi anche allora si trattò di un danno di poco conto.

La soluzione del caso precoci stando alle ultime notizie a riguardo, infatti, non passa nè dal prestito pensionistico nè tantomeno dalla vaga APE che, come hanno affermato gli stessi sindacati, sono provvedimenti che provano a tamponare una situazione non semplice creando però, come unico effetto concreto, ancora più confusione. Tutta l’attenzione dei precoci è rivolta alla quota 41 proposta dal presidente della Commissione Lavoro della Camera dei Deputati Cesare Damiano. In tal senso, il vero appuntamento per i precoci è rappresentato dal tavolo governo-sindacati a cui non mancherè l’apporto del padre di quota 41 che proverà a far passare la sua proposta nonostante essa non sia in agenda. La partita sulle pensioni dei precoci è quindi appena cominciata.