Pensioni precoci news oggi 28 luglio: quota 41, il Governo chiede tempo tutto rinviato a fine agosto

Importanti novità per i lavoratori precoci. Nelle ultime settimane la mobilitazione dei Comitati quota 41 aveva portato prima all’incontro con Tommaso Nannicini, Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri e poi alla consegna delle firme per la petizione in favore del ddl 857 al Presidente del Senato Pietro Grasso, avvenuta lo scorso 26 luglio. 

Secondo le news di oggi 28 luglio, il Governo avrebbe deciso di rimandare l’incontro con la delegazione di precoci appartenenti ai Comitati quota 41 a fine agosto. Come Roberto Occhiodoro ha riportato sulla pagina Facebook “Lavoratori precoci uniti a tutela dei propri diritti”, la notizia è arrivata direttamente dalla Segreteria di Nannicini che ha precisato la necessità di allungare i tempi per cercare di far quadrare le richieste avanzate dai precoci con quelle dei Sindacati e con le posizioni del Governo. Occhiodoro ha precisato che tra le richieste che la delegazione di precoci aveva avanzato lo scorso 11 luglio non c’è solo quota 41 ma anche una serie di interventi legati a temi come l’aspettativa di vita, la disoccupazione, la mobilità dei precoci, etc.

Il Governo quindi sarebbe alle prese con la ricerca di un compromesso che possa soddisfare le varie parti in gioco. Bisogna considerare che qualunque piano deve essere messo a punto entro settembre non solo in modo da definire la riforma da inserire nella Legge di Stabilità che deve essere presentata a Bruxelles entro il 15 ottobre ma anche e soprattutto per evitare di sovrapporre l’argomento pensioni al Referendum Costituzionale. Infatti anche Cesare Damiano ha insistito in più di un’occasione sulla necessità di trovare un accordo prima del Referendum per non compromettere e vanificare gli sforzi fatti.

Occhiodoro ha invitato i colleghi a pazientare e ad aspettare la proposta scritta del Governo. Qualora le opzioni non dovessero soddisfare i lavoratori i precoci dovranno dare prova di determinazione e unità e agire di conseguenza.

Occhiodoro ha poi ufficializzato la presenza della delegazione di precoci all’incontro di domani tra Governo e Sindacati con un presidio.

 

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *