Pensioni precoci news oggi 31agosto: addio quota 41, in arrivo i bonus contributivi

31 agosto 2016 19:300 commenti
pensioni precoci

A partire dal prossimo 6 settembre sono previsti nuovi incontri tecnici e politici tra il Governo, rappresentato dal Ministro del Lavoro, Giuliano Poletti e dal Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Tommaso Nannicini e i Sindacati per affrontare la questione lavoro e pensioni. In questi giorni ci sono state varie indiscrezioni sui possibili interventi da includere nella riforma delle pensioni a partire da quelli per i precoci.

Secondo le news di oggi 31 agosto, i lavoratori precoci continuano a lottare per quota 41. Quota 41 permetterebbe a chi ha iniziato a lavora in giovane età di accedere alla pensione con 41 anni di contributi invece che con i 43 previsti dall’attuale Legge Fornero e senza alcuna penalizzazione. Sulla pagina Facebook “Lavoratori precoci uniti a tutela dei propri diritti”, gli iscritti continuano a ribadire la loro posizione: 41 senza se e senza ma per tutti.

Ricordiamo che i precoci sono in attesa di ricevere dal Sottosegretario Nannicini una convocazione nella quale finalmente questi lavoratori potranno capire la fattibilità o meno di quota 41. Infatti Nannicini a luglio aveva inoltrato alla Ragioneria Generale dello Stato la richiesta per valutare i costi dell’intervento e aveva poi rimandato a fine agosto il nuovo incontro con la delegazione di precoci appartenenti ai Comitati quota 41.

Ma l’ipotesi quota 41 sembrerebbe allontanarsi sempre di più considerando il tetto massimo di 2.5 miliardi di euro di cui dispone il Governo per tutti gli interventi sulle pensioni. Per i precoci potrebbe essere più probabile un intervento di altro tipo. Si è parlato infatti dell’opzione bonus contributivo. In pratica per chi ha iniziato a lavorare prima dei 18 anni potrebbero esserci dei bonus di 4 o 6 mesi per ogni anno di lavoro effettuato prima della maggiore età. In questo modo i precoci potrebbero arrivare prima alla pensione anticipatamente. Ad oggi i precoci possono accedere alla pensione con 41 anni e 10 mesi per quanto riguarda le donne e con 42 anni e 10 mesi per quanto riguarda gli uomini.

Tags:

Lascia una risposta