Home / economia / Pensioni: quota 100, contributivo per tutti e assegno universale: ultime notizie dalla Commissione Finanze

Pensioni: quota 100, contributivo per tutti e assegno universale: ultime notizie dalla Commissione Finanze

Diventa incandescente il clima in Commissione Finanze in materia di pensioni. Il dibattito è molto serrato ma tutte le questioni sul piatto possono essere riportate principalmente a pochi grandi temi: l’interpretazione da dare a quota 100, la possibile estensione del contributivo anche agli uomini e non più solo alle donne e la possibilità di riconoscere un assegno universale a tutti i soggetti che hanno più di 55 anni. La quota 100, in particolare, sta dividendo e non poco i rappresentanti della Commissione Finanze. In ballo ci sono due distinte versioni del celebre sistema: la prima prevede l’uscita dal mondo del lavoro attraverso l’erogazione di una mini pensione che andrebbe a limare le possibili penalizzazioni che, in base ad alcune proiezioni, potrebbero arrivare addirittura al 12% mentre la seconda versione conserva la penalizzazione del 12% sull’ammontare dell’assegno pensionistico mensile ma anticipa l’uscita dal mondo del lavoro a 60 anni anzicchè a 64 anni.

Ma non c’è solo quota 100 a dividere i membri della Commissione Finanze. Si discute anche molto in merito alla possibile estensione del sistema contributivo anche agli uomini. In questo caso si parla di affiancamento di una mini pensione per cercare in questo modo di circoscrivere le penalizzazione che, anche in questo caso, sono viste decisamente alte. In base ad alcune proiezioni, infatti, si parla di penalizzazioni addirittura fino al 25 se non 30%. Per finire, l’assegno universale per gli over 55 con mini pensione, sarebbe una sorta di integrazione a vantaggio di tutti quei soggetti che, privi di una occupazione, non potrebbero neppure andare in pensione per mancato raggiungimento dei requisiti previsti dalla legge. Grazie all’assegno si riuscirebbe ad aggirare questo problema. L’ammontare di quello che comunque è un prestito da rimborsare non appena si va in pensione, è di circa 1000 euro lorde. Sull’assegno universale per gli over-55 non esiste ancora piena convergenza anche perchè, soprattutto tra le opposizioni, non manca la voce critica di chi afferma che si tratti solo di un nuovo sistema per mettere una pezza e prendere tempo.

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *