Perchè la benzina sale e il petrolio scende

28 agosto 2012 16:070 commenti

Quotidiano Energia fornisce nuove stime sulle medie dei prezzi del carburante. Brutte notizie per i guidatori. La benzina sale a 1,928. Il Diesel a 1,810. Basta? No, perché in alcune regioni del Centro – Italia la verde ha raggiunto i 2,019 euro. Il diesel è su di 40 cent rispetto alla media nazionale. Questa variante concerne le regioni con accisa locale più elevata rispetto al resto della Penisola. In esse i prezzi delle benzina al “servito” lievitano maggiormente. Ciò riguarda tutti i marchi che non praticano prezzi ridotti o sconti.

PREZZO BENZINA A 2 EURO AL LITRO

La situazione riguarda solo il Nostro Paese, proprio in un giorno in cui il petrolio fa registrare un leggero ribasso di 13 centesimi, dal momento che a New York viene scambiato a 95,34 dollari. Malgrado questa “buona” notizia, il listino prezzi del carburante sale ancora, in virtù degli ultimi ritocchi dei prezzi raccomandati, momentaneamente in stand-by.


Così, mentre aumentano le code per far benzina nei giorni di “festa” (quelli in cui alcuni marchi vendono carburante a prezzo ridotto), fare benzina da soli, e cioè in modalità self, è forse ancora l’unica pratica leggermente più vantaggiosa. Non ne siamo così sicuri, considerando che da qui a poco la soglia dei due euro a litro potrebbe essere raggiunta e superata stabilmente lungo tutta la nazione, ma per il momento tale modalità offre l’illusione ottica di…spendere di meno.

Ecco i prezzi medi di oggi al “servito”.

Eni Total/Erg Esso IP Q8 Shell Tamoil No logo

Benzina 1,925 1,928 1,918 1,927 1,925 1,919 1,921 1,829
Diesel 1,806 1,808 1,804 1,702 1,807 1,810 1,801 1,810
Gpl 0,790 0,784 0,783 0,768 0,779 0,789 0,769 0,780






Tags:

Lascia una risposta