Piazza Affari scende al ventesimo posto nella classifica delle Borse mondiali

24 ottobre 2012 12:010 commenti

In base ai risultati della ricerca denominata “Indici e Dati 2012” dell’Ufficio studi di Mediobanca, nella classifica delle Borse mondiali stilata sulla base del livello di capitalizzazione di ciascuna di esse, Piazza Affari si colloca al ventesimo posto con una capitalizzazione, a metà 2012, di 326,2 miliardi di euro. Un vertiginoso crollo, dunque, se si pensa che nel 2002 la Borsa di Milano occupava nella stessa classifica il nono posto. La causa della perdita di posizioni va ricercata sia nella performance dell’ultimo decennio, che ha evidenziato un calo del 5,9% del rendimento medio annuo dal 2002 ad oggi, sia nel sorpasso ad opera di alcune Borse emergenti, come quella di Shanghai e quella del Brasile.

Più nel dettaglio, la classifica vede al primo posto il NYSE con una capitalizzazione di 10.347 miliardi, seguono il Nasdaq, Tokyo, London Group, Euronext, Shangai, Hong Kong, Toronto, Germania, Australia, Brasile, Bombay, Svizzera, Corea, Spagna, Nasdaq Nordic, Johannesburg, Russia, Taiwan e Italia.

La stessa ricerca ha inoltre evidenziato che dal 1996 ad oggi gli investimenti in Borsa solo in tre casi hanno superato il rendimento dei BOT e, anche se da un calcolo complessivo è emerso che la Borsa ha reso complessivamente il 5,3% medio annuo circa contro il 4,05% dei BOT, il maggiore rendimento offerto pare non sia sufficiente a compensare il maggiore rischio assunto.

Sempre dal 1996 ad oggi, le azioni di risparmio sono risultate essere quelle che sono riuscite ad offrire rendimenti migliori, tuttavia secondo Mediobanca sono soprattutto i settori a fare la differenza, con gli industriali che hanno chiuso in rosso solo 4 volte su 17 anni e le banche che invece sono risultate perdenti gli ultimi 15 anni su 17. Non è un caso, quindi, che nel corso degli ultimi cinque anni il peso delle banche sul listino si sia praticamente dimezzato.

Tags:

Lascia una risposta