Picco spread dopo risultati elezioni

26 febbraio 2013 15:080 commenti

La reazione economica all’esito delle elezioni italiane è disastrosa. In breve la borsa crolla a picco e lo Spread aumenta in maniera vertiginosa. La risposta dei mercati a quello che è a tutti gli effetti un voto che segna la vittoria dell’ingovernabilità, non si fa attendere. E’ una risposta assolutamente negativa. Per certi versi violenta. Scaturisce principalmente dal fatto che non vi è maggioranza al Senato.


Così, stamane Piazza Affari è affondata già intorno alle undici, avvicinandosi al -5% durante le prime contrattazioni. Un inizio di giornata terribile, per effetto dell’indice che in apertura ha mantenuto il calo all’1,57% solo poichè la pressione in vendita non ha permesso a molti titoli di concludere anche un solo scambio per alcuni minuti. Nel contempo, altre azioni venivano congelate in asta di volatilità.

Spread

Per quanto riguarda il mercato secondario dei titoli di Stato, lo Spread tra Btp e Bund, dopo aver chiuso ieri a quota 293, è schizzato fino a sfiorare quota 350 punti base, con un rendimento a un passo del 5%, per poi aggirarsi attorno ai 330 punti, il massimo da quasi tre mesi a questa parte.

Il Tesoro, intanto, al fine di collocare 8,75 miliardi di bot a 6 mesi, ha dovuto corrispondere tassi in aumento all’1,23% in confronto allo 0,73% di gennaio.






Tags:

Lascia una risposta