Postepay, è boom di vendite in Italia: standard e evolution, tutto quello che c’è da sapere

La Postepay è sicuramente una delle carte più utilizzate nel nostro paese, ciò nonostante in molti non conoscono davvero tutto ciò che occorre sapere. Per questo oggi vogliamo darvi alcuni utili consigli su come poter utilizzare la nostra postepay, risparmiando sui costi e come doversi comportare nel caso in cui si presentano delle difficoltà e problemi anche riguardo dei pagamenti anonimi. La postepay è sicuramente è una delle carte più utilizzate in Italia visto i suoi costi ridotti ma anche per l’ampia flessibilità di utilizzo. Come tutte le carte ricaricabili, le postepay permettono di effettuare degli acquisti online ma anche presso tutti i negozi fisici in base al proprio circuito di appartenenza, m anche i prelevare denaro in tutta Italia e all’estero, oltre che tenere sotto controllo i movimenti anche dal web.

Inoltre, alcune postepay hanno un codice Iban e viene data la possibilità di poter chiedere il rinnovo fino a 18 mesi dopo la scadenza. Postepay è pensato davvero per tutti, sia giovani che meno giovani, ma anche privati e titolari di partita Iva. Ma quante postepay esistono? Cominciamo con la Postepay Standard, ovvero una carta prepagata che sembra essere pensata per coloro che viaggiano e che sono soliti effettuare degli acquisti reali o virtuali convenzionati Visa.

I possessori di questa carta possono prelevare fino a 250,00 da tutti gli sportelli Postamat o bancari e 3000,00 recandosi presso gli uffici postali abilitati in Italia e all’estero applicando soltanto una commissione di importo che varia da 1,00 a 5,00 euro. Si può ricaricare in ogni momento e si può acquistare recandosi alle Poste, muniti di carta d’identità e codice fiscale. E’ possibile anche attivare la postepay online. Poste Italiane pare fornisca anche un sistema di sicurezza Web per poter proteggere ed autorizzare le transazioni sui dati di Poste Italiane ma anche su quelli esterni convenzionati al protocollo 3D Secur, ovviamente bisognerà associare anche un numero di telefono. Da qualche anno è stata lanciata anche la Postepay Evolution, ovvero la carta prepagata associata ad un codice Iban la quale permette di ricevere e di disporre dei bonifici, ma non solo visto che permetterà di ricevere l’accredito dello stipendio e poter pagare le bollette.

Per cifre inferiori ai 25,00 euro, è possibile pagare presso i negozi reali qualora l’esercente però sia munito di specifico Pos, pagando in modalità contactless. La Postepay evolution si può richiedere, come la precedente presso tutti gli uffici postali portando la carta d’identità ed il codice fiscale, ad un costo di 5,00 euro, mentre il canone annuo è fissato a 10,00 euro. Con la postepay evolution è possibile prelevare denaro presso tutti gli Uffici Postali, tramite ATM Postamat o bancario abilitati in Italia e all’estero, a costi variabili, a partire da 1,00 euro fino a 5,00. Non sarà possibile prelevare più di 600,00 giornalieri e più di 2.500, 00 euro al mese da ATM Postamat o bancari.

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *