Pressione fiscale in Europa al 40%, Italia sopra la media

13 gennaio 2013 12:330 commenti

In Italia si parla molto in questo periodo di pressione fiscale. Con le ultime tasse messe dal governo Monti per salvare l’economia italiana, la situazione è diventata insostenibile per molte imprese e molte persone.

I dati sulla pressione fiscale in Europa vedono l’Italia sopra la media. La media europee è del 40%.

La pressione fiscale considera il rapporto tra entrate fiscali, compresi i contributi sociali, e il prodotto interno lordo. Al primo posto c’è la Danimarca con una pressione fiscale del 48,6%. Segue il Belgio con il 46,7% e la Francia con il 45,9%. Sopra la media europea anche la Svezia, al quarto posto, l’Austria, al quinto posto, la Finlandia, al sesto posto e l’Italia. Il nostro Paese è stato superato quest’anno dalla Finlandia. I Paesi con la pressione fiscale più bassa sono la Lituania, prima con il 26,4%, la Bulgaria, seconda con il 27,2%, e la Lettonia, terza con il 27,7%.

In generale, in Europa la pressione fiscale è in crescita in termini assoluti nel 2011, con gli incassi fiscali che per Eurostat hanno superato i livelli di prima della crisi. L’aumento delle entrate fiscale che si è registrato in Europa nel 2011 è più alo dell’aumento del prodotto interno lordo.

Secondo Eurostat quindi le entrate fiscali sono aumentate per l’introduzione di nuove tasse in alcuni Paesi membri come l’aumento dell’Iva o l’introduzione di nuove imposte sulla proprietà.

Tags:

Lascia una risposta