Prestiti e finanziamenti – Arriva il modulo SECCI per sceglierli meglio

6 agosto 2014 09:210 commentiDi:

185424003

Forse non tutti sanno che a partire dallo scorso mese di aprile 2014 sono state introdotte delle modifiche normative nelle regole che sovrintendono alla concessione di prestiti e finanziamenti in Italia. L’Unione Europea ha voluto infatti introdurre maggiore trasparenza nel settore del credito al consumo e agevolare i clienti nella loro scelta. 

> Prestiti chirografari – I prestiti senza la richiesta di garanzie

A partire dal mese di aprile, infatti, è stato introdotto nella prassi bancaria e finanziaria il cosiddetto modulo SECCI, un modulo gratuito che i clienti ricevono in fase pre – contrattuale alla richiesta di un prestito, che li informa su tutte le caratteristiche del prodotto che stanno scegliendo, in modo tale che il finanziamento possa essere sottoscritto in modo molto più trasparente e consapevole.

Prestito vitalizio ipotecario presto diffuso anche in Italia

Il modulo SECCI, ovvero lo Standard European Consumer Credit Information, è quindi un modulo standard che riporta le informazioni base del contratto all’interno del contratto, chiamate Informazioni europee di base sul credito ai consumatori. Le informazioni che si possono trovare riportate all’interno del modulo sono infatti relative a:

  • il tipo di contratto di prestito o finanziamento offerto
  • i dati dell’istituto erogante, nel caso di tratti di una banca o una società finanziaria
  • l’importo totale del prestito o del finanziamento richiesto
  • le condizioni di utilizzo del prestito
  • la durata del contratto del prestito
  • il numero e l’importo delle rate previste
  • il tipo di bene o servizio acquistato nel caso in cui si tratti di un prestito finalizzato
  • il prezzo del bene acquistato nel caso in cui si tratti di un prestito finalizzato
  • le eventuali garanzie richieste per la concessione del prestito o del finanziamento.

Il modulo SECCI viene dato in maniera gratuita ai clienti e può essere utilizzato per confrontare più velocemente diverse proposte di finanziamento sulla base della presenza di parametri unificati.

Tags:

Lascia una risposta