Prestito vitalizio ipotecario – Come funziona l’estinzione

13 agosto 2014 11:520 commentiDi:

contratto_firma

Nel corso del mese di luglio 2014 la Camera dei Deputati ha approvato un nuovo disegno di legge che va a modificare l’attuale normativa vigente in merito al prestito vitalizio ipotecario, uno strumento bancario che consente a persone già avanti con gli anni di ottenere liquidità accendendo un’ipoteca sulla propria casa.

> Prestito vitalizio ipotecario – La Camera approva la proposta di legge

Al prestito vitalizio ipotecario abbiamo infatti dedicato anche alcuni post pubblicati in precedenza su questo blog, nel quale abbiamo trattato le novità introdotte dalla legge che modifica il testo di quella n. 2003 del 2005, rendendo più accessibile questa tipologia di finanziamento. In questo post vedremo però di approfondire il discorso della sua estinzione.


Prestito vitalizio ipotecario – Cosa prevede la nuova legge

L’estinzione di un prestito vitalizio ipotecario spetta in genere agli eredi. Dovranno infatti essere gli eredi a decidere in merito al destino della proprietà immobiliare sulla quale è stata iscritta l’ipoteca.

Gli eredi potranno ad esempio scegliere di vendere la casa in questione in maniera diretta, oppure affidarne la vendita alla banca che ha concesso il prestito vitalizio ipotecario, al fine di restituire il capitale concesso in prestito più gli interessi maturati.

In alternativa, però, gli eredi potranno anche estinguere il prestito contratto, qualora abbiano intenzione di tornare in possesso dell’abitazione rimborsando tutto il capitale versato più gli interessi.

L’estinzione di un prestito vitalizio ipotecario, tuttavia, può avvenire anche in maniera graduale, sulla base di un piano di ammortamento approvato in precedenza, in fase di sottoscrizione del contratto. Il contratto può essere infatti chiuso in ogni momento rimborsando sempre il capitale più gli interessi. 

L’importo del prestito vitalizio non potrà mai superare quello pattuito per l’immobile ipotecato.






Tags:

Lascia una risposta