Previsioni economiche Italia 2014

22 febbraio 2013 14:250 commenti

Lontanamente dalle previsioni che sembravano volere il “Vecchio continente” in risalita nel secondo trimestre di quest’anno, la ripresa economica è rimandata al 2014.

La Commissione Ue, nel fornire il quadro della situazione attuale e futura, ha analizzato le dinamiche economiche punto per punto, facendo un pronostico per l’anno che verrà.

Un particolare occhio di riguardo è stato dato alla situazione del Belpaese:

Crescita


Per l’Italia l’andamento negativo per il pil perdura da ormai sei semestri consecutivi. Il 2012 si è concluso a meno 2,2 per cento. La domanda interna è scesa per via dell’incertezza, della stretta creditizia, e per l’impatto del consolidamento di bilancio che si è abbattuto su consumi e investimenti. La contrazione prosegue nel 2013, con investimenti in cadua e consumi nuovamente bassi. L’unica nota positiva è che c’è una buona domanda dai paesi che sono fuori dall’Unione europea.

Occupazione

Scesa nel 2012 dell’1,3 per cento, continua ad andare male l’occupazione a tempo pieno. Di contro, registriamo una salita del tasso di disoccupazione, che ora si attesta intorno all’11,6 per cento. Salirà al 12 per cento durante il prossimo anno, quando coloro senza un impiego saranno più di tre milioni.

Inflazione

In discesa nel 2013, grazie al ribasso dei prezzi energetici e grazie al fatto che l’effetto dell’aumento dell’Iva è diventato più tenue.

Conti pubblici

Viene stimato un disavanzo del 2,9 per cento per il 2012. Nel 2011 era intorno al 3,9 per cento.

Siamo dunque pronti all’uscita dell’Italia dalla prassi di deficit eccessivo aperta dall’Ue nel 2009.






Tags:

Lascia una risposta