Previsioni Pil Italia 2012 e 2013 secondo il Fmi

17 luglio 2012 09:590 commenti

Il Fondo monetario internazionale ha confermato le previsioni del Pil dell’Italia sia per l’anno in corso che per il prossimo anno rese note circa tre mesi fa, ribadendo quindi una flessione dell’1,9% per il 2012 e dello 0,3% per il 2013.

Per quanto riguarda l’Eurozona, invece, le previsioni parlano di una contrazione dello 0,3% per il 2012 e di una crescita dello 0,7% per il 2013. In altre parole, dunque, per quanto riguarda il 2012 sono state confermate le previsioni rese note tre mesi fa, mentre per quanto riguarda il prossimo anno le stime sono state abbassate rispetto allo 0,9% stimato lo scorso aprile.


Le stime sulle previsioni di crescita dell’Italia e della zona euro sono state comunicate ieri da José Vinals nel corso di una conferenze call, durante la quale il capo della divisione mercati del Fondo ha sollecitato l’Europa ad agire subito per contenere il balzo dello spread, che nel caso dell’Italia e della Spagna è stimato dal Fmi a 200 punti sopra il livello che sarebbe giustificato dai fondamentali dei conti pubblici.

Agire in questo senso e il prima possibile, secondo il Fmi, è assolutamente necessario per far si che le riforme attuate dai paesi considerati a rischio siano effettivamente utili e aiutino l’Europa ad uscire dalla crisi del debito sovrano. I governi italiano e spagnolo, ha sottolineato Vinals, hanno intrapreso importanti passi che però possono avere successo solo se questi paesi riusciranno a finanziarsi a tassi ragionevoli. La crisi dell’Europa, dunque, può essere contenuta solo se i Paesi membri saranno disposti ad aiutare i Paesi sotto pressione che stanno tentando di sanare la loro posizione.






Tags:

Lascia una risposta