Prezzo dell’oro in discesa del 15% in 12 mesi

21 agosto 2012 11:590 commentiDi:

E’ la regola di base di qualunque mercato. Se la domanda scende, il prezzo cala. Accade sempre. E’ accaduto anche al bene di rifugio per eccellenza: l’oro. Il prezioso metallo ha perso il 15% delle quotazioni.

Il rallentamento della domanda mondiale di oro, ai minimi dal 2010 ad oggi – è dovuto al calo delle economie asiatiche, soprattutto delle richieste in India e Cina. Le ultime stime del World Gold Council (WGC) relative al secondo trimestre evidenziano una domanda di 990 tonnellate, contro le 1.065,7 dello scorso anno. Un crollo del 7% che eclissa però i risultati positivi che si nascondono nell’altra faccia della medaglia: gli acquisti raddoppiati da parte delle Banche centrali (da 66,2 a 157,5 tonnellate).

Investire nel mercato immobiliare tedesco

Ma allora perché un simile crollo? Anche qui la risposta è semplice e risiede solo nei numeri. Cina e India rappresentano il 45% del mercato mondiale dell’oro. Ogni minima mutazione in questi mercati lascia il segno. Figuriamoci un crollo del 38,4%, come è avvenuto in India (la Cina si è “limitata” al 7,47%).

Dall’altra parte dell’oceano anche gli Stati Uniti non scherzano. La loro richiesta di riserve aurifere è scesa a 34,2 tonnellate (ovvero del 16,99%).

Nonostante i dati drammatici, Marcus Grubb, il Managing director del WGC, è certo di un rilancio della domanda dell’oro.
Potrà essere così, ma molto dipenderà dalla ripresa della domanda indiana.

Tags:

Lascia una risposta