Prezzo petrolio 2012 secondo gli analisti

21 maggio 2012 15:370 commenti

Le previsioni degli analisti in merito all’andamento del prezzo del petrolio nel corso del 2012 parlano di un range compreso tra 100 e 120 dollari al barile, soprattutto alla luce della convinzione che le tensioni geopolitiche andranno a vanificare il potenziale ribassista derivante dal rallentamento dell’economia globale.

PREVISIONI PREZZO GREGGIO SECONDO BARCLAYS

Il principale elemento di preoccupazione è senza dubbio l’Iran, che minaccia di sostenere le quotazioni di greggio attraverso improvvise interruzioni dei canali di approvvigionamento, sulla scia di quanto accaduto lo scorso anno in Libia a causa delle tensioni politiche che diedero vita ad una vera e propria guerra civile che bloccò gran parte della produzione di greggio provocando un aumento del prezzo.


Per contro, tuttavia, non manca chi ipotizza invece un possibile calo del prezzo del petrolio per via della ripresa a pieno regime della produzione in Libia, dell’aumento della produzione in Iraq e in aree extra Opec e di un rallentamento dell’aumento della domanda.

COME INVESTIRE NELLE COMMODITIES

Nessun aiuto in merito alla formulazione delle stime del prezzo del petrolio per l’anno in corso arrivano invece dall’Eia (Energy Information Adminitration), secondo cui il prezzo del greggio oscillerà tra un minimo di 42 dollari e un massimo di 192 dollari al barile. Il limite minimo, in particolare, è stato definito ridicolo dagli esperti del Centre for Global Energy Studies, dal momento che difficilmente l’Opec consentirà che ciò avvenga, provvedendo a tagliare la produzione prima che si scenda a tale livello.






Tags:

Lascia una risposta