Quali imposte si pagano per l’acquisto di un immobile?

26 maggio 2014 16:420 commentiDi:

153134460

L’acquisto di una nuova abitazione presuppone da parte di colui che compie l’acquisto il pagamento di una serie di oneri. Accanto al prezzo intrinseco dell’immobile, che viene in genere riportato in maniera chiara sull’atto di compravendita, vi sono da pagare le commissioni notarili e le imposte richieste dallo stato. 

I requisiti catastali della prima casa necessari per fruire delle agevolazioni

In merito a queste ultime la Legge di Stabilità 2014, ovvero la legge 104 del 2013 ha introdotto una serie di modifiche alla normativa, in base alle quali è venuto a cambiare l’assetto delle imposte che gli acquirenti sono tenuti a pagare, a seconda che la compravendita sia effettuata tramite un privato o una impresa di costruzioni e a seconda che per il compratore si tratti di una prima casa o di una seconda casa.


Da questi parametri sono ovviamente escluse le dimore di lusso, identificabili attraverso la loro categoria catastale.

Nuove agevolazioni 2014 sull’acquisto della prima casa

Quando si acquista una prima casa da un privato si pagano le seguenti imposte:

  • 2% di imposta di registro
  • 50 euro di imposta ipotecaria
  • 50 euro di imposta catastale.

Quando si acquista una prima casa da una impresa costruttrice si pagano le seguenti imposte:

  • 200 euro di imposta di registro
  • 200 euro di imposta ipotecaria
  • 200 euro di imposta catastale
  • 4% di IVA.

Quando si acquista invece una seconda casa da un privato si pagano le seguenti imposte:

  • 9% di imposta di registro
  • 50 euro di imposta ipotecaria
  • 50 euro di imposta catastale.

Quando si acquista una seconda casa da una impresa costruttrice si pagano le seguenti imposte:

  • 200 euro di imposta di registro
  • 200 euro di imposta ipotecaria
  • 200 euro di imposta catastale
  • 10% di IVA.





Tags:

Lascia una risposta