Quanto hanno dichiarato i liberi professionisti e i commercianti nel 2013?

2 giugno 2014 16:250 commentiDi:

soldi

In un post pubblicato in precedenza abbiamo visto quali sono stati per il 2013 gli stipendi medi, cioè le retribuzioni e i redditi dei lavoratori dipendenti italiani, una fetta molto numerosa di lavoratori impiegati in diversi settori. Il MEF, il Ministero dell’Economia e delle Finanze, ha infatti pubblicato i dati Irpef relativi all’anno passato, cosa che ha permesso di dedurre dove si attesta un possibile reddito medio dei nostri connazionali. 

Gli stipendi medi dei lavoratori dipendenti italiani nel 2013

Ma se ci si concentra sull’attività esercitata si scopre un paese molto variegato al suo interno e per alcuni versi anche un po’ sorprendente. Volete ad esempio sapere quali sono state le dichiarazioni medie di alcune categorie professionali che costituiscono il cardine del nostro sistema economico? Eccole riportate qui di seguito.

Le riduzioni degli stipendi dei dipendenti e dirigenti della Rai

Quanto hanno dichiarato i liberi professionisti e i commercianti nel 2013?

  • I liberi professionisti hanno dichiarato di guadagnare in media 434oo euro
  • Gli addetti alle attività manifatturiere hanno dichiarato di guadagnare 27200 euro
  • Gli addetti al settore dei servizi hanno dichiarato di guadagnare 24100 euro
  • Gli addetti al commercio hanno dichiarato di guadagnare 17200 euro.

Da questi dati risulta anche che alcuni artigiani come sarti, calzolai, corniciai, estetiste e titolari di cartolerie hanno dichiarato nel 2012 meno di 10o00 euro, mentre alcuni commercianti, come quelli di abbigliamento e di calzature sono addirittura finiti sotto la soglia dell’incapienza posta a 8000 euro.

Per altre categorie, infine, come tassisti, pasticceri, gioiellieri, baristi, parrucchieri e agenti immobiliari, i compensi non hanno portato i redditi a salire al di sopra dei 20 mila euro.  Allo stesso livello, cioè sempre quello dei 20 mila, dulcis in fundo, troviamo anche alcuni titolari di albergo seguiti da farmacisti che non guadagnano più di 90 mila euro all’anno!

Tags:

Lascia una risposta