Referendum Grecia governo perde la maggioranza

3 novembre 2011 10:000 commenti

I leader delle prime 20 potenze economiche mondiali si riuniranno a Cannes per il vertice del G20, oggi e domani, dove sarà affrontato il principale tema “la crisi della Grecia” che ha portato ad un ulteriore parossismo dopo l’annuncio del referendum popolare. 

Nel contempo è stato reso noto dalla tv statale, Net, che il governo greco ha perso la maggioranza che aveva sinora in Parlamento con 152 deputati, hanno, infatti, lasciato il partito al governo del premier Papandreou altri due deputati, riducendo così il numero dei parlamentari socialisti a 150 su 300. Mentre un deputato del suo partito ha chiesto apertamente le sue dimissioni. 

Ieri sera, Nicolas Sarkozy e la cancelliera tedesca Angela Merkel hanno fatto pressione sul primo ministro greco Georges Papandreou, al quale hanno posto un ultimatum: “la questione posta al popolo greco si riassume in: Vuoi restare nella zona euro?„ 

Il vertice si aprirà alle ore 13 dopo una serie di incontri bilaterali. Il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama è già stato accolto dal presidente francese Sarkozy, anche il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, accompagnato dal ministro delle Finanze Giulio Tremonti, è già arrivato in Francia per partecipare al G20 di Cannes. 

Già presenti sul luogo anche i leader del Brasile, Russia, India, Cina e Sudafrica, dove si riuniranno prima del summit per un incontro di lavoro. 

Intanto il direttore del Fondo monetario, Christine Lagarde, ha voluto fare una dichiarazione chiara e ben determinata: “La nuova tranche di aiuti internazionali per la Grecia arriverà solo dopo l’esito del referendum sul piano europeo indetto da Atene per il 4 dicembre. Non appena sarà completato il referendum e rimosse tutte le incertezze, faremo una raccomandazione al bord del Fmi sulla sesta tranche del nostro prestito per sostenere il programma economico della Grecia”. 

 Articolo correlato: Grecia cambia vertici militari teme forse un colpo di stato?

Ultimo aggiornamento 03 novembre 2011 ore 11,01

Tags:

Nessun commento

Lascia una risposta