Rendimento BOT a 3 e 12 mesi in aumento

11 aprile 2012 10:550 commenti

Dopo la risalita dello spread Btp-Bund oltre 390 punti registrata ieri soprattutto  a causa del peggioramento della situazione economica e finanziaria della Spagna, il rendimento dei titoli di Stato italiani è tornato a salire, andando quindi a vanificare l’effetto rassicurante derivante dal significato calo registrato nel corso degli ultimi due mesi.

COME ACQUISTARE BOT E BTP

A confermarlo sono i risultati dell’asta disposta per oggi dal Ministero dell’Economia e delle Finanze, durante la quale sono stati collocati BOT a tre e dodici mesi. In entrambi i casi sono stati collocati titoli per l’intero ammontare offerto dal Tesoro, pari rispettivamente a 3 e 8 miliardi di euro, quindi la domanda sembra non aver risentito particolarmente della percezione di un peggioramento della crisi del debito sovrano. Per quanto riguarda i BOT a un anno, infatti, il rapporto di copertura è addirittura aumentato passando all’1,52 dall’1,38 della precedente asta, mentre nel caso del BOT a tre mesi è calato all’1,81 dal 2,23 della precedente asta.

ASTE TITOLI DI STATO APRILE 2012

In entrambi i casi, invece, è stato registrato un aumento del rendimento, segno inequivocabile di un aumento della percezione del rischio. Nel caso dei BOT a un anno, in particolare, si è passati al 2,84% contro l’1,405% registrato lo scorso mese, con un prezzo di aggiudicazione fissato a 97,231, mentre per i BOT a tre mesi il rendimento lordo si è attestato all’1,249% contro lo 0,492% registrato lo scorso mese, con un prezzo di aggiudicazione fissato a 99,685.

L’aumento del rendimento dei BOT a tre e dodici mesi era già stato ampiamente previsto dagli analisti, così come pure si prevede che un incremento del rendimento caratterizzerà anche l’asta avente ad oggetto il collocamento di quattro distinte tranche di BTP in programma per domani.

Tags:

Nessun commento

Lascia una risposta