Rendimento BTP decennale scende al 5,24%

29 marzo 2012 12:550 commenti

Dopo il successo dell’asta dei BOT semestrali tenuta ieri, oggi in tarda mattinata la Banca d’Italia ha annunciato il collocamento di BTP decennali con scadenza 1° settembre 2022 e cedola del 5,5% per un ammontare complessivo di 3,35 miliardi di euro, ovvero pari all’importo massimo fissato dal Ministero dell’Economia e delle Finanze, che ricordiamo per questo collocamento aveva fissato una forchetta compresa tra un minimo di di 2,25 miliardi di euro e un massimo di 3,5 miliardi di euro.

Nell’ambito di tale asta sono pervenute richieste per un ammontare complessivo pari a 5,38 miliardi di euro, equivalente quindi ad un tasso di copertura, dato dal rapporto tra titoli richiesti e titoli offerti, pari a 1,65. Il rendimento lordo è stato fissato al 5,24%, pari a un prezzo di aggiudicazione di 102,62, per un rendimento netto che, secondo le elaborazioni di Assiom Forex, risulta pari al 4,541%.


COME DIFENDERE I RISPARMI DALL’INFLAZIONE

Il rendimento del BTP decennale, dunque, ha registrato un ulteriore flessione rispetto a quello registrato in occasione dell’asta tenuta lo scorso mese e avente ad oggetto il collocamento di titoli di analoga tipologia e durata. A riguardo, tuttavia, va segnalato che il rendimento del 5,24%, pur essendo in calo rispetto a quello delle precedenti aste, risulta superiore di 12 punti base rispetto alla quotazione sul mercato secondario dei rispettivi BTP, il cui attuale prezzo corrisponde ad un rendimento del 5,12%.

EMISSIONI TITOLI DI STATO SECONDO TRIMESTRE 2012

Nell’asta dei BTP decennali tenuta lo scorso mese, ricordiamo, il rendimento lordo si era attestato al 5,5%, mentre le richieste erano state pari a 5,26 miliardi di euro a fronte di un ammontare offerto di 3,75 miliardi, pari quindi ad un rapporto di copertura di 1,4.






Tags:

Lascia una risposta