Rendimento BTP in aumento nell’asta dell’11 ottobre 2012

11 ottobre 2012 12:140 commenti

Il rendimento dei titoli di Stato oggetto dell’asta tenuta questa mattina, come già accaduto in occasione dell’asta di BOT a tre e dodici mesi tenuta ieri, ha registrato un leggero aumento. Tuttavia si tratta di un dato per nulla preoccupante in considerazione del fatto che i livelli toccati lo scorso mese in alcuni casi rappresentavano i minimi dalla fine del 2010, inoltre anche a seguito dell’aumento registrato ieri e oggi i rendimenti continuano ad essere ben lontani dai livelli allarmanti toccati lo scorso giugno.


Più nel dettaglio, il rendimento dei BTP a tre anni con scadenza luglio 2015 è passato al 2,86% rispetto al 2,75% registrato in occasione dell’asta tenuta lo scorso mese. Il rapporto di copertura, dato dalla differenza tra ammontare offerto e ammontare richiesto, è passato da 1,49 a 1,67, mentre l’ammontare complessivo collocato è stato pari a 3,75 miliardi di euro, ossia il massimo della forchetta prestabilita.

Al contrario, il rendimento del BTP rappresentati da prestiti non più in corso di emissione collocati sempre questa mattina ha registrato un forte calo. In particolare, il rendimento dei BTP con scadenza marzo 2025 è passato al 5,24% rispetto al 5,9% registrato a maggio; quello del BTP con scadenza agosto 2018 è passato al 4,06% rispetto al 5,75% del precedente collocamento dello scorso gennaio; il rendimento del BTP con scadenza settembre 2016 è invece passato al 3,42% rispetto al 6,47% del collocamento di dicembre. Anche in questo caso l’ammontare complessivo collocato è stato pari al massimo della forchetta prestabilita, ovvero 2,25 miliardi di euro.






Tags:

Lascia una risposta