A rischio la sostenibilità del servizio sanitario nazionale

27 novembre 2012 17:570 commentiDi:


In Italia, il servizio sanitario nazionale è uno dei migliori e più avanzati del mondo. A parte i casi di malasanità che fanno e faranno sempre notizia, il sistema italiano è uno dei migliori perché universalistico e quindi aperto a tutti e offre visite specialistiche.
Un sistema che ora sembra essere a rischio stando a quanto affermato oggi dal Presidente del Consiglio Monti, che è intervenuto in videoconferenza alla presentazione del progetto del nuovo Centro per le biotecnologie e la ricerca biomedica della Fondazione Rimed.  Le sue parole riguardano la sostenibilità del servizio sanitario nazionale che potrebbe non essere garantita in futuro.
Mario Monti ha detto che “la crisi ha colpito tutti e ha impartito lezioni a tutti. È importante riflettere sulle lezioni impartite dalla crisi. Il campo medico non è un’eccezione, le proiezioni di crescita economica e quelle di invecchiamento della popolazione mostrano che la sostenibilità dei sistemi sanitari, incluso il nostro servizio sanitario nazionale, di cui andiamo fieri, potrebbe non essere garantita se non ci saranno nuove modalità di finanziamento e di organizzazione dei servizi e delle prestazioni”.
Difficile immaginare un servizio sanitario nazionale che non riesce a rispondere alle richieste dei cittadini, anche perché gli italiani sono abituati a questo sistema e pagano tante tasse per questo. La questione è comunque quella dell’efficienza e Monti riconosce che “la posta in palio è chiaramente altissima l’innovazione medico-scientifica, soprattutto nella fase di industrializzazione, deve partecipare attivamente alla sfida considerando il parametro costo-efficacia un parametro non più residuale”.






Tags:

Lascia una risposta