Ritorno delle commissioni bancarie

22 marzo 2012 18:000 commenti

Come previsto, le commissioni bancarie, potrebbero presto tornare. L’azzeramento delle commissioni bancarie che i cittadini e le imprese pagano sull’apertura di linee di credito era entrato in vigore con il decreto sulle Liberalizzazioni.

Ora il dietro front con un decreto legge, integrativo al precedente dovrebbe provvedere alla loro reintroduzione. Fin da subito, l’abolizione delle commissioni bancarie aveva provocato immediatamente la rivolta delle banche nonché le immediate dimissioni del Presidente dell’Abi Giuseppe Mussari e del Comitato di presidenza.


Secondo le banche, la norma comporta minori ricavi per l’intero sistema creditizio che risulta penalizzato di circa una decina di miliardi. Ora però le cose potrebbero volgere nuovamente in favore delle banche: Mussari ha incontrato gli esponenti dei partiti politici ottenendone l’appoggio (Pd, Pdl e Udc) e discutendo sugli sul ruolo delle banche nell’economia. Ora Mussari chiede d’incontrare il Governo per formalizzare la richiesta di un decreto legge che corregga il “pasticcio”.

APPROVATO IL DECRETO LIBERALIZZAZIONI

Lo stesso Governo aveva effettivamente fatto sapere di essere contrario all’emendamento incriminato (nessun politico vuole prendersi la responsabilità di firmare un decreto contro le banche), ma non aveva fatto nulla per cambiarlo per cercare di evitare una terza lettura a Palazzo Madama.

La giornata decisiva per il ritorno delle commissioni dovrebbe essere quella odierna, anche se al momento, la scelta del Governo non appare ancora del tutto chiara. Nell’ordine del giorno il Governo è impegnato ad emanare in tempi rapidi gli effetti della norma azzera commissioni.






Tags:

Lascia una risposta