Sanatoria cartelle Equitalia prorogata al 31 marzo 2014

7 marzo 2014 16:420 commentiDi:

equitalia

La Legge di Stabilità 2014 aveva concesso a tutti i contribuenti italiani la possibilità di pagare “in ritardo” e senza l’aggiunta di eventuali more le cartelle di Equitalia antecedenti al 31 ottobre 2013, usufruendo di una sanatoria con una prima scadenza fissata inizialmente al 28 febbraio 2014.

Sanatoria per le cartelle di Equitalia – Pagamento senza interessi entro venerdì 28 febbraio 2014

Ma la recente emanazione del Decreto Legge chiamato Salva Roma sulla base delle norme in esso contenuto ha prorogato e esteso i termini della sanatoria relativa alle cartelle di Equitalia, che potranno quindi essere pagate entro il 31 marzo 2014. Per i pagamenti verranno mantenute valide le condizioni già emanate in precedenza, che non prevedono l’aggiunta di interessi di mora o di sanzioni alle cartelle interessate.

Come pagare a rate una cartella di Equitalia

Nel frattempo, intanto, arriva da parte della società di recupero crediti che lavora in collaborazione con l’Agenzia delle Entrate un primo bilancio dei risultati offerti dalla moratoria in atto. Sono infatti circa 75 mila i contribuenti italiani che hanno approfittato di questa possibilità e la società di riscossione è riuscita ad incassare da questa iniziativa circa 300 milioni di euro. 

Come bloccare le cartelle di Equitalia errate o non dovute

Si ricorda, quindi, che durante tutto il corso di questo mese potranno essere pagate le cartelle di Equitalia relative a entrate erariali come l’IRPEF o l’IVA, le quietanze scadute del bollo auto e tutte le multe relativa alle violazioni del codice della strada, che siano state emanate da comuni e prefetture. Saranno oggetto della sanatoria anche le cartelle interessate da rateizzazioni o da altre situazioni particolari.

Continuano invece ad essere escluse le cartelle relative alle sentenze della Corte dei conti e ai contributi previdenziali Inps e Inail.

Tags:

Lascia una risposta