Home / economia / Scadenze fiscali 2016: tutte le tasse sulla casa

Scadenze fiscali 2016: tutte le tasse sulla casa

I mesi estivi sono cruciali per i proprietari di casa. Se giugno con IMU e TASI sono chiamati all’appello i proprietari di seconde case, a luglio di certo non mancano altre scadenze fiscali per i proprietari di immobili.

La confederazione italiana proprietà edilizia, ha pubblicato lo scadenziario tributario di luglio 2016 del proprietario di casa e del condominio. Vediamo il quadro riassuntivo delle prossime scadenze fiscali.

Inizia tutto il 7 luglio con la scadenza della presentazione del modello 730/2016. La data vale per i proprietari di immobili e per gli amministratori di condominio. In particolare il 7 scade la presentazione tramite sostituti di imposta. Per il 22 invece è fissata la scadenza per la presentazione del 730 tramite caf-dipendenti e professionisti abilitati (l’80% deve essere comunque trasmesso entro il 7). Lo stesso giorno, il 22 scade la presentazione diretta per via telematica all’Agenzia delle Entrate.

Lunedì 18 luglio si paga la cedolare secca sugli affitti. Tramite il modello F24 si deve versare la cedolare secca con maggiorazione dell’ 0.40% a titolo di saldo per il 2015 e di primo per il 2016. Il saldo è pari all’imposta dovuta per l’intero anno, al netto dell’acconto già versato. L’acconto per il 2016 sarà versato in due rate: la prima in misura del 40% del 95% dell’imposta dell’anno precedente, la seconda con scadenza il 30 novembre in misura del rimanente 60% del 95%.

Per l’Irpef il versamento a saldo per il 2015 è pari all’imposta dovuta sul reddito complessivo, al netto degli acconti già versati. L’acconto è calcolato nella misura del 100% (prima rata 40%, seconda rata 60%). I termini sono: 18 luglio saldo e primo acconto con applicazione della maggiorazione dello 0.40% (la scadenza è stata il 16 giugno), 6 luglio se il contribuente svolge attività economiche cui si applicano gli studi di settore (o 22 agosto con applicazione della maggiorazione dello 0.40%), 30 novembre termine per il versamento del secondo acconto.

Le modalità e le scadenze sono le stesse per cedolare secca ed Irpef, cambiano i codici-tributo. In particolare per la cedolare secca i codici sono i seguenti: 1842 per saldo, 1840 per acconto prima rata, 1841 per seconda o unica rata di acconto. Per l’Irpef invece i codici-tributo sono: 4001 per saldo, 4033 per acconto prima rata, 4034 per seconda o unica rata di acconto.

 

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *