Scadenze Spesometro 2013 – Quando e come comunicare i dati delle fatture

29 marzo 2014 16:270 commentiDi:

agenzia

Arriverà proprio nei prossimi giorni del mese di aprile 2014 un primo grande appuntamento con le scadenze dello Spesometro 2013, il quale sarà appunto relativo alle fatture emesse nel corso dell’anno appena passato. Entro la fine del mese di aprile, infatti, società, commercianti, liberi professionisti, artigiani e lavoratori autonomi saranno chiamati a comunicare al Fisco i dati relativi alle fatture, di qualsiasi importo, emesse nel corso del 2013. 

E per alcune particolari attività commerciali, come quelle turistiche, andranno invece comunicati i dati relativi soltanto ai pagamenti superiori ai 3600 euro, sempre effettuati nel corso del 2013.

Dopo alcuni anni di rodaggio, si può quindi dire che lo Spesometro, il meccanismo elaborato dall’Agenzia delle Entrate per il controllo dell’attività di esercenti e aziende e per il controllo incrociato dei dati dei contribuenti attraverso il Redditometro, entra in funzione in maniera del tutto regolare e sulla base delle scadenze previste.


Scadenze Spesometro 2013

Le scadenze da rispettare saranno quindi quelle comunicate dall’Agenzia delle Entrate stessa, che ha posto come termine

  • il 10 aprile 2014 per la comunicazione dei dati delle fatture 2013 emesse dai soggetti che effettuano la liquidazione Iva mensile
  • il 30 aprile 2014 per la comunicazione dei dati delle fatture 2013 emesse da tutti gli altri soggetti interessati.

Spesometro in scadenza – Chi e come deve comunicare i dati IVA entro il 31 gennaio 2014

La comunicazione all’Agenzia delle Entrate dei dati delle fatture deve avvenire per via telematica secondo quanto previsto dal Fisco, utilizzando i software di compilazione e controllo dei dati  messi a disposizione e i servizi di invio del modello – Fisconline o Entratel. Per l’utilizzo dei software che l’Agenzia delle Entrate mette a disposizione è necessaria la registrazione.

I dati possono essere conferiti o in forma analitica o in forma aggregata attraverso l’apposito modello.






Tags:

Lascia una risposta