Sul “Fiscal Cliff” gli Stati Uniti trovano l’accordo

2 gennaio 2013 20:490 commentiDi:

La Camera ha trovato l’accordo sul “Fiscal Cliff” e gli Stati Uniti tirano un sospiro di sollievo. Scongiurato il taglio di molte agevolazioni fiscali, tra cui i sussidi di disoccupazione, che potevano mandare nel lastrico molti americani e Obama ha quindi raggiunto il suo obiettivo.

> Obama sfida il congresso sul “Fiscal Cliff”

Ci saranno quindi più tasse per i super ricchi dopo il voto bipartisan della Camera dei Rappresentanti, dove i repubblicani non si sono però presentati uniti. Il testo approvato in Senato sul “Fiscal Cliff” e diventato quindi legge e Obama firmerà presto il provvedimento.


> Contenuti legge Fiscal Cliff

Il Presidente ne esce quindi vincitore dopo che il testo dell’accordo da lui proposto aveva trovato il muro dei repubblicani. Le tasse aumenteranno per chi guadagna più di 400 mila dollari all’anno e per le copie che guadagnano più di 450 mila dollari all’anno.

Alla Camera i repubblicani hanno la maggioranza e questo è un elemento che dimostra il successo di Obama. Fino alla fine c’era il rischio che la situazione precipitasse e non si trovasse una soluzione. Alla fine i voti favorevoli sono stati 257 e quelli contrari 167. Di voti ne servivano 217 è il risultato è arrivato.

Obama ha affermato che si tratta di una “intesa è importante, eviterà aumenti delle tasse. Ma è solo un primo passo nella lotta al deficit. Serve ora un’intesa più ampia per rilanciare economia. Avevo promesso di alzare le tasse sui più ricchi e di salvaguardare la classe media. Stasera lo abbiamo fatto. Sono molto aperto al compromesso su tutte le questioni che riguardano il bilancio”.






Tags:

Lascia una risposta