Tasi – Prima rata rinviata al 16 ottobre 2014 in assenza delle aliquote

6 giugno 2014 16:000 commentiDi:

economia casa

Arrivano in questi giorni delle importanti novità sul fronte della Tasi, la nuova imposta comunale sugli immobili, la cui prima scadenza, quella relativa alla prima rata, era fissata per il 16 giugno prossimo. Ma l’ultimo consiglio dei Ministri ha approvato il rinvio di questa data al prossimo 16 ottobre, almeno per i Comuni d’Italia che non sono ancora in regola con la presentazione delle aliquote. 

Lo spostamento della data di scadenza della prima rata della Tasi era stato già ipotizzato nei giorni passati, in quanto tutti i Comuni italiani avrebbero dovuto presentare entro il 31 maggio 2014 le aliquote per il pagamento, ma ora ha trovato il suo compimento ufficiale all’interno di un apposito decreto sulla Tasi. Come molti ricorderanno, infatti, già un emendamento al Decreto IRPEF conteneva una norma del tutto simile sul pagamento della Tasi.

Come compilare il bollettino per il pagamento della Tasi


Ma il Decreto IRPEF è ancora attualmente impiegato nel suo iter legislativo alla Camera e con i tempi tecnici richiesti la sua ufficializzazione avrebbe comportato forse uno slittamento anche oltre la data del 16 giugno 2014 creando ulteriori problemi ai contribuenti e agli enti locali. Per questo motivo si è deciso di ufficializzare le cose attraverso un ulteriore decreto  – legge.

I Comuni interessati, quindi, dovranno deliberare entro il prossimo 10 settembre 2014 le aliquote e le detrazioni consentite. Per gli altri comuni, invece, quelli già in regola con le deliberazioni, la data di scadenza prefissata resta quella del 16 giugno 2014. Si tratta di circa 2000 comuni.

Il bollettino Tasi è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale

Nel caso limite in cui il 10 settembre non vi fossero ancora delibere approvate, l’imposta da pagare dovrà essere calcolata con una aliquota base dell’1 per mille entro il 16 dicembre 2014.






Tags:

Lascia una risposta