Unione europea boccia Imu

8 gennaio 2013 19:540 commenti

Brutte notizie da Bruxelles per quanto riguarda l’Imposta Municipale Unica introdotta dal Governo Monti.

L’Unione europea ritiene che per essere più equa e raggiungere un effetto redistributivo, l’Imu debba essere modificata in maniera progressiva.

► Come controllare il proprio reddito con il redditometro

Il Rapporto Ue 2012 riguardante Occupazione e sviluppi sociali si è espresso in tal senso. Dal rapporto emerge che era meglio la vecchi Ici, imposta che non provocava grossi problemi in termini di disuguaglianze.

Ecco cosa dicono a Bruxelles nel rapporto: “Le tasse sulla proprietà non hanno impatto sulla disuguaglianza sociale in Estonia e Italia e si ritiene che aumentino leggermente la povertà in italia”. Ciò è quanto si legge nel documento. In un contesto interessato espressamente al caso italiano, gli economisti dell’Unione europea indicano che alcuni punti della recente riforma finalizzata nel 2012 potrebbero e dovrebbero essere ulteriormente modificati per rafforzare la progressività dell’Imu.

Ecco invece come si è espresso in merito Lazlo Andor, Commissario agli Affari sociali Ue, il quale non ha rilasciato la dichiarazione che i cronisti si aspettavano. Andor sa bene quanto peso abbia nella campagna elettorale italiana l’argomento Imu. A chi gli ha chiesto se a parere della Commissione europea l’Imu dovesse essere abolita, Andor ha risposto: “Per l’Italia è molto importante procedere con il consolidamento del bilancio assicurando che i gruppi sociali svantaggiati come giovani e donne, abbiano accesso al mercato del lavoro”.

Tags:

Lascia una risposta