Un’ondata di furti informatici intacca la sicurezza e il valore dei Bitcoin

5 marzo 2014 16:570 commentiDi:

bitcoin-logo-plain

Sin dalla loro comparsa nel mondo online, le monete virtuali più famose del mondo, i Bitcoin, non hanno probabilmente mai attraversato un periodo difficile come quello che stanno vivendo nel corso dell’ultimo mese. Un’ondata di furti informatici e altri spiacevoli episodi stanno mettendo infatti seriamente a  repentaglio il buon nome e il credito che le criptovalute erano riuscite ad aggiudicarsi nel corso del tempo rispetto alle altre alternative presenti sul mercato. 

Come comprare Bitcoin

Il mese di Febbraio 2014, infatti, è stato per i Bitcoin piuttosto critico per gli eventi occorsi ad una delle piattaforme online che gestivano una parte del traffico di queste monete, Mt. Gox, con sede in Tokyo, che solo qualche settimana fa, dopo una serie di alterne vicende ha dichiarato bancarotta in seguito ad un pesante attacco informatico che ha disperso ben 750 mila Bitcoin, circa il 6 per cento delle monete attualmente in circolazione.


Come vendere Bitcoin

Ma mentre le vicende giapponesi restano ancora in attesa di un chiarimento, e gli stessi investitori in attesa di rivedere i loro soldi, un’altra brutta notizia arriva dal Canada. Qui, un’altra piattaforma online che gestisce i traffici e gli scambi relativi alla moneta, Flexcoin, ha infatti dichiarato di essere stata vittima di un attacco informatico che ha portato alla perdita di  quasi 700 Bitcoin, con ammanchi che si aggirano ora intorno ai 600 mila dollari. 

Piccola cosa, certo, rispetto agli eventi di Tokyo, ma i Bitcoin stanno diventando sempre di più un prodotto virtuale da usare con cautela, mentre gli attacchi informatici contribuiscono ad intaccare le quotazioni della moneta presenti sugli altri siti di vendita e scambio – i Bitcoin non possiedono infatti un mercato unico.

Le perdite delle monete virtuali non sono coperte da assicurazione e solo le monete conservate offline, attraverso il cold storage, si sono salvate. Anche Flexcoin, tuttavia, ha dichiarato fallimento.






Tags:

Lascia una risposta